^ Back to Top

Ortopantomografia o radiografia panoramica

L’ortopantomografia o radiografia panoramica, è una tecnica usata per vedere in un'unica immagine denti, ossa di supporto, seni mascellari e altri dettagli. Pur non fornendo grande precisione, è utilissima per avere una visione globale della zona di lavoro con poche radiazioni. 

L'etimologia della parola deriva dal greco antico, "Orto" indica la proiezione dei raggi X, "Pan" tutto, "Tomo" spessore, "grafia" disegno.

La macchina usata per fare la radiografia panoramica si chiama ortopantomografo, formato da un generatore di raggi X e da un sensore sul lato opposto che ruotano intorno alla testa del paziente.

Per ottenere delle buone immagini è importante posizionare bene la testa del paziente: le moderne apparecchiature hanno sistemi di puntamento a fasci laser oltre alla mentoniera e a un appoggio per i denti assicurando l'esatto allineamento. 

L'ortopantomografo utilizzato in questo studio è basato su moderna tecnologia digitale, quindi ha sensori elettronici e rielabora dei dati ad opera di un software. In pratica, nel sensore vengono convertiti i raggi X in luce utilizzando uno strato di rinforzo, per poi catturare la radiografia. La qualità dell'immagine è di gran lunga superiore rispetto a quella dei sistemi tradizionali basati su pellicola.

La tecnologia digitale permette minime esposizioni del paziente alle radiazioni: una panoramica digitale ha emissioni sovrapponibili alla radiazione di fondo naturale che ci colpisce nel corso di 2 settimane. Inoltre le immagini sono immediatamente visualizzabili, si può quindi inviare per email la radiografia a colleghi, agli stessi pazienti o memorizzarla su un CD. Altro fatto importante, non serve la manipolazione di sostanze chimiche inquinanti di sviluppo e fissaggio come con le vecchie pellicole. 

L'ortopantomografo in uso in questo studio è dotato anche di modulo 3D. Vedi cone beam.